OSTERIE D'ITALIA

Osteria di mare, accogliente e arredata con stile, La Marianna si affaccia sul borgo San Giuliano, a pochi passi dal ponte di Tiberio. Originale residenza di pescatori, di cui oggi conserva la facciata ristrutturata, propone una cucina di tradizione, qualità e stagionalità, grazie alla bravura dello chef Angelo Iervolino.
Il pesce e quello fresco del mercato cittadino e l'efficiente personale di sala, guidato da Enrica, si prenderà cura di voi, guidandovi nella scelta dei piatti.
Disponibili anche due menu degustazione da 30 e 40 euro. Tra gli antipasti, con i sardoncini marinati all'aceto si va sul sicuro, ma sono buoni anche l'insalatina di seppioline con verdure croccanti (12 €) e il classico vongole e cozze alla marinara. Arrivati ai primi non rinunciate alla pasta fatta in casa e tirata
al matterello - tagliatelle alle poveracce (9 €), passatelli con mazzancolle, calamaretti, pomodorini e asparagina oppure optate per il risotto alla marinara.
Tra i secondi, non mancano gli spiedini misti di calamaretti e mazzancolle, i sardoncini fritti e, da provare, il fritto misto di calamaretti, mazzancolle, zanchetti e verdure (13 €). Il tutto si può accompagnare con contorni di verdure crude o alla griglia. Al momento dei dolci, di produzione propria, potrete scegliere tra zuppa inglese (5 €), crema catalana, panna cotta al caffé con gelo di Sambuca, sorbetto al caffé o al limone.
La carta dei vini offre una selezione di etichette del territorio, con diverse possibilità al calice. È consigliata la prenotazione, specie nei weekend.

IL MANGIAROZZO

Usciti dall'Osteria de Borg eccoci da La Marianna, l'altra tavola di Mirko Monari, Enrica Mancini e del marito Giuliano Canzian. Giuliano qui cucina in coppia con Angelo Iervolino e in un ambiente molto caratteristico è pronto a farci gustare ostriche, sardoncini marinati all'aceto, insatina di seppioline con verdurine, polpo tiepido con patate e finocchio selvatico, mazzancolle allla catalana con pomodorini e cipolla di Tropea, salmone marinato affumicato al pepe rosa, canocchie al vapore con citronette al lime, misto di antipasti freddi. Si possono scegliere anche gli antipasti caldi composti da: seppia in umido con fagioli cannellini, capesante e canestrelli gratinati, polenta con vongole alla riminese, cannelli al forno, frittelle di bianchetti, sardoncini al testo can insalata e cipollotto. Tra i primi avremo: tagliolini allo scoglio, risotto rosso tradizionale alla marinara (buonissimo), passatelli tradizionali con mazzancolle calamaretti pomodorini e carciofi, strozzapreti con sugo di canocchie, cappelletti ripieni di mazzole in brodo di paganelli; tra i secondi la proposta si articola in fritto misto (specialità della casa), spiedini misti di calamaretti e mazzancolle, brodetto tradizionale con crostoni di pane, grigliata mista. A chiudere oltre al sorbetto e al semifreddo agli agrumi ci sono i dolci casalinghi, tra cui deliziosa la crema catalana al pistacchio di Bronte. La carta dei vini è fornita di 120 etichette. In estate e molto gradevole consumare i pasti sulla grande terrazza e volendo a 40 euro si può optare per il menù degustazione de La Marianna, davvero completo. I bambini invece se la cavano con un menu a 15 euro, così come i vegetariani.

 

RISTORANTI E DELICATESSEN

È il locale più antico di Rimini. Trattoria dal 1908 e ancora prima stazione di posta. Situata su un crocevia strategico - a due passi dal porto e all'inizio della via Emilia - La Marianna è l'essenza della tradizione di mare riminese. E non a caso sorge nel cuore del Borgo di San Giuliano, in una vecchia casa di pescatori vicina al suggestivo Ponte di Tiberio. L'ambiente è accogliente e ci sono tanti richiami alla storia di questo locale: la facciata che ricorda un mercantile, il bancone del bar ricavato da una barca, tanto legno, tonalità chiare e poi il sorriso di Enrica Mancini, al timone della Trattoria assieme al marito Giuliano Canzian e a Mirko Monari. In cucina lo chef Angelo Iervolino ripropone i piatti tradizionali, sfruttando tutti i prodotti dell'Adriatico e seguendo la stagionalità del mare. All'interno c'è anche una piccola saletta, intima e raffinata, con alle pareti alcuni ex-voto che richiamano ad episodi del passato. Davanti al locale un'ampia veranda in cui si respira la vita del Borgo.
Continua a leggere su www.ristorantiedelicatessen.it»

ALICE LE GUIDE | LA GOLA IN VIAGGIO

Esiste da inizio '900 questa piacevole trattoria, oggi gestita con competenza e passione da Mirko, Giuliano ed Enrica. In tavola la tradizione di mare: antipasti caldi e freddi (deliziose le seppie in umido con fagioli e le canocchie al vapore), risotto rosso alla marinara, tagliatelle alle vongole, grigliata mista dell'Adriatico, brodetto con crostoni di pane. Zuppa inglese fatta in casa (come tutti i dolci, d'altra parte).